L’ultimo Natale

Donna_Reed_and_James_Stewart

A volte credo di avere una forza incredibile per sopportare la tua insensatezza. Hai buon gusto, ma non quando si tratta di noi.

E’ il primo Natale, dopo diciannove anni, che trascorreremo ognuno per proprio conto.

Per me è tristissimo.

Per te, invece, è un’occasione per festeggiare: “quest’anno farò l’albero!” mi hai detto.

Sono offesa e amareggiata. Potevi farlo senza dirmelo. Hai sentito, invece, il puerile desiderio di parlarmene.

Fare l’albero di natale è un momento di condivisione e di gioia per una famiglia. Io negli ultimi anni non avevo niente di cui gioire, il nostro rapporto stava precipitando. A te, poi, non è mai interessato l’albero di Natale.

Quest’anno, però, lo farai.

Non so se un altro uomo farà mai parte della mia vita, una cosa, però, è certa: entrerà nella mia casa (e nel mio cuore) solo dopo avermi regalato un grandissimo albero di Natale! Cadesse il mondo, anche se fosse ferragosto!

Annunci

8 thoughts on “L’ultimo Natale

  1. Dolcissima il tuo blog … ora regna il malinconia, ma fra le righe si nasconde una persona forte e solare! gradevole lettura … e si l’albero di natale piace anche a me! … come mi piace le favole e sognare, sempre in ogni caso! non smettere mai!
    con sorriso ELisa

    Liked by 1 persona

  2. Ho letto tutti i post, dal primo, come faccio sempre quando mi capita di incontrare qualcuno interessante. Qualcuno che scrive in modo che ci sia qualcosa che percepisco tra le righe, qualcosa di profondo, qualcosa di bello. La bellezza per me è importante, ma intesa nel senso rinascimentale del termine, oppure nel senso che danno oggi i fisici alla ricerca di una teoria unificante tra la relatività e la meccanica quantistica. Uno dei requisiti è che la teoria deve essere “bella”.
    Dalle tue righe cola tristezza e melancolia. Il termine è voluto. E scorre sangue a fiotti. Il tuo. Scrivere può essere taumaturgico, aiuta a mettere giù delle parti di noi che non conosciamo. Non ho ricette per te, non so dirti come fare a uscire dal buco. In questo momento sto faticosamente tentando di uscire dal mio. Che ogni tanto, a periodi, mi inghiotte e mi tiene prigioniero. E quando sono proprio giù giù giù nel fondo, allora mi passa anche la voglia di scrivere. E quindi il fatto che mi sia tornata, per ora per commentare, ma spero presto per scrivere di nuovo, significa qualcosa. Non ho ricette, dicevo, e non ho soluzioni pronte. Posso permettermi solo qualche suggerimento. Amati. Scopriti. Guardati dentro. Cercati, e trovati. E non smettere di cercare, c’è sempre qualcosa che manca per completare il puzzle. E soprattutto, non cedere alla disperazione. Non ne vale la pena. Ti abbraccio.

    Liked by 2 people

    1. Si non ne vale la pena, lo so. Eppure è tanto difficile rimettere me stessa al primo posto. Per tanti anni è esistito lui prima di tutto, assurdo ma vero. La crocerossina… mi mancava solo la divisa bianca con la croce rossa sul davanti. Una abbraccio a te e grazie per i tuoi commenti, li ho apprezzati moltissimo.

      Mi piace

  3. Certamente certi particolari sono importanti ma in fin dei conti è importante capire se stessi e chi si vuole vicino. Si deve scrollare il passato da torno e guardare avanti. Non è facile inizialmente ma poi viene tutto da se 😉

    Liked by 1 persona

    1. Grazie lila, ci sto provando con tutta me stessa. Ho già iniziato a vedere le cose da un diverso punto di vista: sembrano già molto diverse. Tutto ciò mi emoziona e mi fa provare una sensazione che non riesco a definire. A volte mi guardo da fuori e mi accorgo che non sono più la persona di prima. Hai ragione, tutto sta accadendo da se.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...